< indietro
Recidive

Recidive

La recidiva consiste nel ripresentarsi di una malattia in via di guarigione o apparentemente guarita.

Nel caso dell’ictus e di pregressa fibrillazione atriale, per prevenire un nuovo evento tromboembolico e ridurre così il rischio di incorrere in una recidiva, è efficace in primo luogo la terapia anticoagulante.

Nel caso invece di ictus ischemico criptogenico, apparentemente senza causa ma alla base del quale si sono riscontrati spesso episodi parossistici di fibrillazione atriale, è opportuno – come segnalato dalle recenti linee guida ESC – procedere con strategie di monitoraggio cardiaco continuo a lungo termine, come quelle rese possibili da esami strumentali tramite dispositivi come l’holter ECG e il loop recorder impiantabile.

LINK CORRELATI:

anticoagulanti fibrillazione atriale ictus holter ECG loop recorder impiantabile monitoraggio cardiaco NAO prevenzione